Acqua Potabile - Progetto 3T

Vai ai contenuti

Menu principale:

Acqua Potabile

Progetti
acqua a Todome Togo
Guarda il Video

Provate ad immaginare...
Al nostro arrivo in terra africana nel 2000 il problema dell’acqua potabile si poneva con gravità, la popolazione consumava l’acqua del vicino fiume anche se inquinata per gli usi domestici e la pulizia personale causando gravi parassitosi intestinali. Erano le donne che si occupavano dell’approvvigionamento idrico, Percorrevano la distanza che separa il fiume dal villaggio, circa 600 metri, più volte al giorno trasportando l’acqua con grossi recipienti che arrivavano a pesare anche 40kg in equilibrio sulla testa. Fonte di vita l’acqua è stato il primo pensiero dei volontari; il primo progetto consisteva nella realizzazione di un pozzo con una portata di 4.200 lt/h profondo 60 metri. Attraverso la pompa ad immersione l’acqua viene accumulata in un serbatoio di 40.000 litri la cisterna è in muratura e rivestita con un telo in PVC materiale normalmente usato per le piscine. è stato tenuto un corso ai volontari del villaggio per renderli partecipi del funzionamento e garantirne così la manutenzione. Sono stati posati in scavo 3.600 metri di tubazione per la rete idrica che distribuisce l’acqua in tutto il villaggio. Questo pozzo rappresenta il cuore del primo progetto che abbiamo portato a compimento ma serviva energia per far pompare questo cuore così è stata costruita una struttura che supporta i pannelli fotovoltaici. Queste attrezzature hanno permesso di abbattere i costi di gestione del vecchio generatore che il villaggio non poteva permettersi dato che un litro di gasolio costa tanto quanto una giornata di lavoro. Questo primo passo ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo di fornire 1 litro d’acqua ad ogni abitante di Todomé per un totale di 5.000 litri d’acqua potabile al giorno. Questo successo oltre ad aver donato grande gioia ci ha aiutati a debellare la parassitosi intestinale e molte delle malattie tifoidee che attanagliavano gli abitanti del villaggio che bevevano l’acqua del fiume. E' inutile sottolineare che il villaggio utilizza ancora l’acqua del fiume per lavarsi e per cucinare.
Aumentare la fornitura d’acqua per il fabbisogno delle famiglie sarà il prossimo obiettivo da raggiungere.

Torna ai contenuti | Torna al menu